Cerca
  • Fabio Rocca

"Abstrahĕre: tirare fuori" di Yuri Biagini

Yuri Biagini:


"Sono consapevole di aver intrapreso un percorso tortuoso, nel mondo dell’arte, a tal punto che in alcuni momenti della mia vita ne ero talmente lontano, che il solo pensare che oggi mi sarei trovato a scrivere quello che segue lo avrei ritenuto quantomeno improbabile, ma la passione se è vera, porta alla realizzazione di cose impensabili, e nonostante tutte le varie difficoltà, eccomi qui, orgoglioso perché ho avuto il coraggio di rivoluzionare la mia vita, per il profondo legame che ho sempre provato per Pittura.


"LA CITTA' DEI NATIVI" tecn. mista su tela di lino 110x150

Entriamo nel merito: il grande storico dell’arte R.Longhi affermava che “L’opera d’arte è sempre un rapporto”; prendo questa citazione come spunto, per spiegare le mie origini ,poiché molti sono gli artisti che mi hanno affascinato, ed alcuni di essi gli considero come veri e propri “Maestri”: Kandinskij, Cezanne, Dalì, Chagall, Boccioni, per ognuno di loro provo una profonda ammirazione , e gli riconosco un ruolo importante nella mia formazione, sento di aver tratto ispirazione da ciò che hanno realizzato.

In questi ultimi anni lo studio e la conoscenza delle innumerevoli declinazioni che il fare artistico ha prodotto sono stati per me un ulteriore stimolo di riflessione per la mia ricerca artistica, non amo molto le etichette e gli –ismi, tuttavia ritengo che il mio lavoro possa appartenere ed essere contenuto nell’alveo dell’arte astratta, termine di per sé dai molteplici significati, ma che trovo interessante nel suo senso etimologico Abstrahĕre : tirare fuori.


"GAMMA" 43X31 olio su carta

Mi avvalgo di una tavolozza ricca di colori, che è come lecito che sia, in continua mutazione, questa è la base costante su cui si poggia la costruzione formale del mio lavoro, laddove i miei segni prendono vigore. Il medium artistico è indicato per veicolare emozioni e può suscitare pensieri più di quanti ne contenga, questo pensiero vorrei che fosse il punto di partenza del fruitore che osserva le mie opere.


"LE MINIERE DI COLTAN" 70X100 tecnica mista su carta

Un’ osservatore che diventi allo stesso tempo creatore, e che guidato dalle emozioni percepisca, veda, cose diverse che non erano presenti in me al momento della realizzazione, poiché il dipinto astratto è una traccia, è un opera che diventa nuova ogni volta che la si guarda, ed onestamente quest’ultimo aspetto lo trovo meraviglioso."


"CITY OF THE CLOUDS" 70X100 tecnica mista su carta 400gr

Potete trovare le opere d Yuri Biagini presso la Roccart Gallery di Firenze in via delle ruote 6R.



www.yuribiagini.it



14 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti