Cerca
  • Fabio Rocca

"IERI, OGGI, DOMANI" di Mario Angelo Vacca


IERI, OGGI, DOMANI

IERI, OGGI, DOMANI:

Un trittico dalle forme affiancate pervaso da tonalità intense accoglie l'osservatore in quello che pare essere un viaggio intriso di successi, guerre, sofferenze, delusioni del passato insieme ad una trattazione di oggi e ad una previsione futura in cui il potere prevale. L'opera nell'insieme raggiunge tre metri di lunghezza ed è come una narrazione, continua, costante in cui l'osservatore sta lì a coglierne dettagli minuziosi, individuare particolarità in una continua scoperta, come rintracciare I bambini con bandiere bianche in tutta l'opera, in un grande segno di speranza. Vacca ha avviato la sua carriera dipingendo paesaggi poi ha iniziato ad affiancarsi a questa nuova impostazione artistica 'a tasselli'. Ad ispirare l'artista è la vita, la ricerca di noi stessi e della gente. Ognuno di noi ha attraversato brutti momenti e tutto questo si inserisce in tutte le sue opere poiché ognuna è un trascorso, un'avventura grandiosa che vuole comunicare e lasciare un segno dato che oggi la comunicazione sta perdendo valore, tutto è rimandato alla tecnologia. Oggetto della rappresentazione è la dimostrazione della superficialità del vivere moderno. Vacca dipinge da sempre e tutto nasce dalla sua fantasia. La sua arte traccia segni cardinali nell'arte contemporanea perché non appartiene ad un genere specifico, ma in essa è presente astrazione e figurazione insieme. Descrivere la figura è come dipingere la vita stessa, vita che tende naturalmente ed inevitabilmente a decomporsi ed è da questa concettualità che nascono I tasselli. Cromatismi vividi esprimono la grinta e la tenacia di un artista che è prima di tutto un grande osservatore del mondo e della gente e, insieme, è un magnifico ideatore di speranza riuscendo a creare un'arte sempre comunicativa che è segno perenne del presente e che diviene scrigno di speranza ed illusioni positive.

Critica redatta da Anna Soricato


SORPRESA

Mario Angelo Vacca, in arte Va.Ma.An. nasce a Ortueri, provincia di Nuoro, il 30 gennaio del 1959. Sin da ragazzo mostra uno spiccato interesse per l'arte eppure solo nel 1991, comincia a dipingere, all'età di 32 anni e da allora ha reso la pittura la costante della sua vita. Ha realizzato diverse esposizioni, personali e collettive, partendo dalla sua terra sarda fino al resto d’Italia. Numerosi giornalisti hanno scritto di lui, di particolare rilievo è la monografia redatta a suo nome. Ha raggiunto livelli artistici considerevoli tali da giungere terzo classificato al Premio Artista d'Italia.



ANNUNCIAVA UN NUOVO GIORNO

Attualmente in esposizione presso la Roccart Gallery di Firenze

21 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti