top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreFabio Rocca

SANTI SILVIA


APE REGINA

Nata a Bologna nel 1976. Fin da bambina ha sempre amato disegnare. La sua insegnante di arte si accorse della sua attitudine al disegno e la incoraggiò a proseguire gli studi in questo ambito, ma fu sopraffatta dall' idea che un artista "non guadagna abbastanza per vivere", perciò il suo percorso di studi prese tutta un’altra direzione.

Nel tempo libero continua però a dedicarsi al disegno per puro piacere personale.

Erano diversi anni che non disegnava costantemente, quando nel 2017 le venne l'idea di adornare una parete spoglia del salotto con un quadro.

"Lo farò io!" Pensò!

Iniziò a cercare in rete corsi che le permettessero di padroneggiare la pittura in modo da realizzare un buon lavoro. Si imbatte nella pittura fluida.

Quando iniziò a dedicarsi a questa tecnica non esistevano in Italia corsi per poterla apprendere perciò dovette acquisire informazioni e nozioni dalla rete.

Passava ore ed ore letteralmente a studiare per poter apprendere la tecnica, per capire quanto doveva essere fluido o denso il colore, come doveva essere miscelato ai medium, come muovere la tela o il colore, quanto velocemente o quanto lentamente per ottenere gli effetti desiderati.

Dopo continui studi, sperimenti, e tanti temtativi, nonostante all’inizio fosse molto difficile, dopo alcuni mesi iniziarono ad arrivare i primi risultati.

Da all’ora non si è più fermata,


TRAMONTO A MINORCA

“ La pittura mi dava e mi dà tutt'ora troppe emozioni positive per smettere.

Ho imparato a "sentire" il colore quando lo mescolo, a capire quando è pronto per essere colato sulla tela. Ho imparato ad appropriarmi della sua fluidità ed a guidarlo sulla tela.

Quando il colore scorre sulla tela sento come una scarica di adrenalina. Il colore diventa un' estensione delle mie mani e il quadro una mia creatura alla quale, se mi ci affeziono particolarmente parlo anche.

Quello che mi ispira nella realizzazione di un' opera è il colore. Da un colore nasce un' idea, un progetto che trasferisco su tela e solo quando il progetto è finito allora nasce il nome dell' opera.

Come si suol dire "non si finisce mai di imparare" e io non ho finito. Sto lavorando a nuove tecniche, a nuovi progetti. Non mi fermo mai.”

Santi Silvia


MAREE

IN ESPOSIZIONE PRESSO LA ROCCART GALLERY

22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page