Cerca
  • Fabio Rocca

FEDERICO BRIA

Federico Bria, 1987, disegnatore

Nasce a Monaco e cresce a Firenze, dove si laurea in Studi Internazionali. Dopo l'università cambia totalmente direzione e riprende una delle sue più grandi passioni, il disegno. Non avendo fatto scuole d’arte, ha seguito e segue un suo percorso personale, facendosi influenzare dagli stimoli esterni che catturano la sua attenzione, come le architetture e le geometrie, la natura, gli elementi meccanici e tecnologici. La continua ricerca nello stile, nelle forme e nella tecnica, lo portano spesso a immaginare e creare universi surreali e silenziosi, mondi immaginari accomunati da un attenzione maniacale per i dettagli, realizzati su carta, legno e altri oggetti, usando penne a punta fine e lavorando quasi esclusivamente in bianco e nero.

I suoi approcci al disegno sono molteplici; nei suoi lavori è spesso narrata una storia, un contenuto narrativo che si crea insieme alla realizzazione del disegno. Altre volte invece, lascia completa libertà al gesto tecnico, cercando successivamente di trovargli una sua interpretazione riempiendo il disegno con i dettagli.

Ha collaborato e realizza illustrazioni per varie realtà, dall'editoria al mondo musicale, prodotti di abbigliamento (brand come ad esempio Wewood e MadisonWatch), home decor e wallpapers (Applicazioni d'Arte). Ha inoltre esposto i suoi lavori in diverse realtà toscane.

Federico Bria, 1987, illustrator Born in Munich and raised in Florence, after a degree in International Studies, he changes totally way going back to one of his biggest passions, drawing. Self taught, he takes inspiration from the world around him that capture his attention, with an eye for architecture, geometries, nature, mechanical and natural things.The ceaseless reserarch in style, in the shapes and in the drawings techniques, lead him often to create surreal and silent universes, imaginary worlds united by a maniacal care for details, realized on paper, wood and other materials, using mostly fineliners in black and white.

He has different approaches to drawing: in his works there is often a narration, a story that comes to life while drawing. Other times, he leaves total freedom to the technical gesture, drawing a scribble with closed eyes and adding afterwards details trying to find an interpretation.

He works and collaborates with different realities, from the editorial to the musical world, clothing brands (Wewood, Madisonwatch) home decor and wallpapers (Applicazioni d'Arte).He has exhibited his works in various arts spaces in Tuscany.


ITACA

50x70 cm inchiostro su carta da incisione Magnani 350 gr.

Ha presentato Itaca per un esposizione alla quale ha partecipato a gennaio 2019, presso CasaOrfeo a Bologna. Il tema della mostra era il viaggio.

Con questo disegno Federeico ha voluto rappresentare Itaca, l’isola di Ulisse, interpretata qui come simbolo della casa dalla quale si parte, alla quale si vuole ritornare, ma anche quella che ci portiamo dentro lungo tutto il viaggio. Partendo da questa idea, ha voluto raccogliere in questa illustrazione le tre fasi di questo percorso in un unico momento, mettendo insieme il passato, il presente ed il futuro.


I brought Itaca for an exhibition to which I took part on January 2019, at CasaOrfeo in Bologna.

The journey was the theme of the show.

In this drawing I wanted to represent Itaca, Ulysses’s island, here interpreted as symbol of home, the place one departs from, the place where one want’s to return, and at the same time, what you bring with you during the journey. Starting from this idea, the aim of this illustration was to collect in one moment the three stages of this path, putting together past, present and future.


DREAMLOFT


30x40 cm inchiostro e acrilico su carta

Questo disegno nasce da un sogno che Federico fece nell’ottobre del 2017.

"Mi svegliai alle 5 di mattina, e fino alle 5:34 disegnai sul mio taccuino tutti i dettagli che potevo ricordarmi, perché da subito

ero convinto che avrei voluto farne un illustrazione.

Sognai un piccolo mondo all’interno dell’ultimo piano di un grattacielo, uno spazio aperto ma allo stesso tempo chiuso. Questo mondo era in realtà la casa di un mio conoscente, quindi un

luogo privato, intimo. Ma questa “casa” era allo stesso tempo un luogo dove chiunque poteva andare e rilassarsi.

Vi si accedeva tramite un enorme ascensore finestrato, delle proporzioni di una palazzina, il quale si affacciava su un salone dal sapore antico con legni scuri, luci gialle soffuse, e un

elegante piano bar d’altri tempi. Il salone era in realtà il pianerottolo, che dava l’accesso a due abitazioni: una, quella del mio conoscente, e l’altra del vicino di casa, un giovane uomo distinto che ricordo uscire da casa sua con un gin tonic in mano.

Le due abitazioni erano separate da una gigantesca parete di legno, il soffitto composto da lucernari apribili, dai quali passavano uccelli migratori.

L’atmosfera all’interno della casa aveva un che di marinaresco. Vi era un mare con una piccola spiaggia e degli scogli, al quale si accedeva passando da un ponte, una canna da pesca, casette e baracche sparse, una giungla selvaggia in lontananza, che dava l’idea di un’isola di sopravvissuti. Mobili distribuiti a caso arredavano lo spazio, insieme a un letto su soppalco sulla sinistra entrando in casa.

Ricordo un clima di pace e relax assoluto, un piccolo eden distaccato dal caos terreno, aperto a tutti."


This drawing came from a dream I did on October 2017. I woke up at 5 o’clock and stayed up until 5:34 drawing all the details I could remember on my sketchbook, because I was immediately convinced I would want to make an illustration out of it.

I dreamt a little world on the last floor of a skyscraper, an open space but at the same time closed. This world was home of an acquaintance of mine, making this a private, intimate place.

But this “house” was, at the same time, a place where anyone could go and relax.

Granting access to this, there was a huge elevator with windows, as big as a little building. In front of the elevator’s doors, a big ancient hall, made in dark woods, with smooth yellow lights,

and an elegant piano bar from the past times. The hall is in reality the landing, giving access to two houses: the one of my acquaintance, and the other of the neighbour, a young fine man

coming out from his home with a gin tonic in his hand.

The two houses were divided by a huge wooden wall, the ceiling made of skylights windows, migratory birds passing trough.

The inside the house had a marine kind of atmosphere. Passing on a bridge, there was a sea, with a little beach and cliffs, a fishing rod, some houses and shacks here and there, a wild jungle in the distance, giving the idea of a survivor’s island. Furnitures scattered around decorated the space, with a bed on a mezzanine on the left entering home.

I remember this atmosphere of peace and total relax, a little eden distant from the caos of the world, open to anyone.




STONEHAND

50x70 cm inchiostro, lapis e gouache su carta da incisione Magnani 350 gr.

Stonehand è il secondo di una serie di illustrazioni sugli edifici volanti. Un architettura razionalista che contrasta con gli elementi onirici che ospita: uomini nuvola, “omini” sparsi in contemplazione o affaccendati, forme indistinte, alberi pensili e una gigantesca mano di pietra che si appoggia su di esso, fatta dello stesso materiale nel quale è incastrato l’intero edificio,una sorta di asteroide circondato da nuvole fluttuante in un universo silenzioso.


Stonehand is the second of a series of illustrations about flying buildings. A rationalist architecture contrasting with the oneiric elements housing in it: cloud men, little guys here in there contemplating or busy in some issues, indistinct forms, hanging trees and a giant hand made of rock leaning on the building, the hand made of the same material in which the building is stuck, a sort of asteroid surrounded by clouds floating in a silent universe.



0 visualizzazioni

Roccart Gallery di Rocca Fabio P.I. 02269830515

via delle Ruote 6R, 50129, Firenze, IT

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now